Nature,  Tour on the road

Volontariato internazionale

Il mio impegno nel volontariato prosegue anche durante il tour on the road. Un modo per conoscere meglio alcune realtà e fare del bene in giro per il mondo.

Molti di voi mi conoscono come modella, anche se ho abbandonato il tacco 12 e le passerelle di moda da più di un decennio, dove ho cominciato a occuparmi più da vicino, a salvare gli animali in difficoltà, sempre con grande passione e dedizione, fino a che, nel 2017, ho fondato l’associazione non-profit Zandra, che ha per finalità la difesa dei diritti degli animali e la tutela dell’ambiente. Per chi invece ha cominciato a seguirmi recentemente,  mi conosce per aver iniziato a fine marzo 2019, un’impresa davvero coraggiosa: viaggiare in solitaria con i miei 4 chihuahuas a bordo del camper Roger, facendo il giro del mondo, con il tour on the road, denominato “Genova: Un Ponte sul Mondo”.

Per me viaggiare non è solo una grande passione, ma è il mio modo di vivere, e cambiare luoghi  continuamente, mi permette di essere felice, nonostante i ritmi frenetici ed il lavoro continuo che un camper richiede, oltre a vivere ‘su strada’ con un occhio attento alla mia sicurezza,  ma non potrei rimanere ferma e statica in una sola città. Grazie a questo tour on the road, per mezzo dell’associazione Zandra, posso portare in giro per il mondo temi riguardanti l’ambiente, salvando diversi animali.

Volontaria giardiniera a Salisburgo

Il 14 ottobre 2017 ho ricevuto il Premio San Francesco, per il mio contributo alla salvezza degli animali

Viaggio per il mondo, in modo da poter essere utile ovunque, favorendo la sostenibilità, sensibilizzando l'opinione pubblica contro l'abbandono degli animali, occupandomi di ambiente, e raccogliendo anche i rifiuti abbandonati nelle località turistiche.

In un precedente articolo avevo fatto presente che solitamente un blogger ‘corre’ per raccogliere più immagini possibili di numero di città visitate, perdendo a volte, quello che realmente succede, magari visita tutti i siti UNESCO o la ‘top 10’ da vedere assolutamente, cosa che io cerco di non fare, perchè basta mettere il nome di un qualsiasi luogo, e ti ritrovi decine di post con le stesse indicazioni. Lo ammetto, all’inizio di questo tour ho eseguito lo stesso  ‘modus operandi’, pensando che fosse la cosa giusta da fare, d’altra parte, vedevo i numeri esorbitanti di tantissimi travel blogger, ma, settimana dopo settimana, mi sono resa conto, che io non viaggio soltanto per raccontare la ‘top 10’, ma io vivo da fulltimer in giro per il mondo! E’ completamente diverso ciò che sto realizzando. Viaggiare per me significa conoscere da vicino le realtà, il modo di vivere e di pensare delle persone, ma è vero che all’inizio avevo anche una data di rientro, cosa che, per motivi di forza maggiore, ho fortunatamente eliminato, e questo, adesso mi permette, di poter gestire il tour di marketing territoriale, in modo più calmo, sereno, (a parte danni al camper che quelli non mancano mai… sigh!), e poter dedicare delle ore a fare del bene.

Viaggiare è la mia essenza, la mia vita, la mia quotidianità, ecco perchè, da giugno, dopo 3 mesi dall’inizio di questo straordinario tour on the road, ho ottenuto la mia prima collaborazione di volontariato internazionale.

Come fare volontariato internazionale: la mia prima esperienza

Sono partita come ambasciatrice per realizzare diversi obiettivi, promuovere la città di #Genova e la #Liguria, far conoscere le nostre eccellenze e fornire quelle informazioni che possono essere utili per venire a visitare la mia città, portare ‘Genova nel mondo, ed il mondo a Genova!’. Inoltre ho ideato il progetto #Me&U4life, contro l’abbandono degli animali, facendo aderire durante il tour, moltissime persone, che stanno abbracciando questo straordinario progetto! guarda il progetto #Me&U4life

Esistono delle organizzazioni che svolgono questo ‘scambio’ tra chi vuol fare volontariato in modo da mettersi a disposizione, come aiutare, sostenere, essere di aiuto alle persone, ai bambini, tutelare l’ambiente o gli animali,  in cambio magari di  vitto/alloggio, o visitare un luogo. Le opportunità sono davvero tantissime per ‘sposare’ una determinata causa facendo del bene. 

Durante il mio viaggio itinerante, ho avuto l’opportunità di mettere in pratica il mio tempo al servizio di un’area di sosta in Austria, contribuendo nella gestione del verde, come ‘giardiniera’, raccogliere i rifiuti abbandonati dai turisti, come cicche di sigarette, bottigliette di plastica, palloncini, cannucce, lattine di birra e altro, un aiuto concreto alla tutela dell’ambiente. Il mio impegno è di 3 mesi, tempo che mi ha permesso di iniziare a scrivere il mio libro, a riprogrammare il tour, dopo i diversi imprevisti che hanno rallentato il buon esito del viaggio stesso, facendomi conoscere da vicino i pensieri di tantissime persone che ho avuto il piacere di conoscere, uno scambio culturale continuo, un modo capillare per poter interagire in modo costante e diretto.  Un ottimo modo per conoscere un nuovo paese abbracciando la sua cultura e imparare qualcosa da questa straordinaria esperienza. .

Personalmente non ho contattato alcuna organizzazione internazionale, in quanto non  sono partita per realizzare un viaggio facendo volontariato in cambio di vitto/alloggio o altro, ma fornendo il mio contributo laddove serve, cosa a me facile da realizzare, vivendo appunto in un camper e viaggiando on the road. Il discorso cambia, per chi invece, volesse intraprendere un viaggio con questa ‘formula’; infatti esistono  organizzazioni che si occupano di volontariato con diversi programmi (a breve o lungo termine), in giro per il globo.

I VANTAGGI DEL VOLONTARIATO INTERNAZIONALE

  • fare del bene
  • arricchimento personale
  • esperienza di vita
  • scambio culturale internazionale
  • tutelare gli animali
  • tutelare l’ambiente
  • aiutare i bambini/persone
  • insegnare una lingua
  • ecosostenibilità
  • imparare usi e costumi
  • imparare una nuova lingua
  • imparare ‘davvero qualcosa’
  • vitto e alloggio gratis
  • visitare un paese nuovo
  • mettere a disposizione le proprie conoscenze

                        Alcuni salvataggi

A chi rivolgersi?

Volontariato a favore dell’ambiente e del sociale.

http://www.the7interchange.com/

E’ un network di fattorie biologiche in giro per il mondo. In cambio del proprio lavoro si ottengono vitto e alloggio gratuiti nella farm.

http://wwoofinternational.org/

Si occupa della protezione degli habitat in pericolo e di promuovere l’ecoturismo in Australia e in Nuova Zelanda

Si occupa di salvaguardare le tartarughe marine che depongono le loro uova sull’isola di Cefalonia.

http://www.kateliosgroup.org/

Come volontario avrai la possibilità di entrare in contatto con animali unici al mondo, prendertene cura e fare esperienza sul campo. Inoltre, missioni umanitarie, arte & cultura, basta visitare il loro sito per avere maggiori info

https://www.projects-abroad.it

L’impegno che dovrai donare è presso a scuole o orfanotrofi, nella quale dovrai organizzare il tempo libero dei bambini, insegnare l’inglese, svolgere lavori manuali di ristrutturazione ove necessario e occuparti salvaguardia dell’ambiente all’interno di parchi nazionali.

Raccolta dei rifiuti, un modo concreto per tutelare l’ambiente.

Ho anche salvato un lemure…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.