Relax,  Tour on the road

MOSCENICKA DRAGA, la perla del Quarnero

DIARIO DI BORDO – GIORNO

Ciao Travellers, come state?

Questo tardo pomeriggio durante la ricerca di un campeggio in zona Rijeka (Fiume), dopo aver girato per cercare un parcheggio e visitare la città, facendosi quasi sera, dovevamo trovare un luogo per la notte. Vagando, ci ritroviamo sulla strada verso Opatija (Abbazia), dove entro in un camping, in cui la sbarra era aperta, ma il posto chiuso. Così, su internet faccio una ricerca, e chiamo l’autocamp Draga, presso la cittadina di Moscenicka Draga. Non conosco il posto, c’ero giusto passata qualche ora prima, ma venendo sera,  la cosa principale è trovare un luogo sicuro dove trascorrere la notte. La ragazza che mi risponde al telefono, è gentile, percepisco il suo sorriso, e le dico che sarei giunta in pochi minuti. Arrivo al camping, dove ho trovato il personale davvero disponibile, affabile. Un ragazzo (scusate ma io i nomi non li ricordo mai… chiedo venia), mi accompagna a scegliere la mia piazzuola, e scelgo la più riservata, e soprattutto soleggiata!!! Così parcheggio ROGER.

SOLE, RELAX E CAMPING

L’indomani la giornata è fantastica, un caldo sole, rilassante, e dopo colazione e la passeggiata con i 4 dogs, decido di prendere un pò di tintarella.  Mi stendo nel mio giardinetto, ed è un vero piacere. Dovevo rimanere solo 2 giorni, alla fine sono rimasta qualche giorno in più. Si, perchè in Croazia la sosta libera non è consentita, e quindi dovevo riorganizzare le soste, scrivere una decina di articoli, mandare diverse email di contatti, incontri, risolvere la questione soldi- batteria di Roger (ah già, non ho scritto alcun articolo in merito, sulla batteria del camper che ci ha lasciati a piedi in Slovenia!

Pubblico molto in diretta sulla pagina facebook, https://www.facebook.com/thexplorerworld/ che vi consiglio di seguire, in quanto qui scrivo articoli più dettagliati, sui social, essendo più veloci e diretti, è più facile tenere aggiornato il tour con le sue avventure ed imprevisti…).

E’ giunto il momento di andare alla scoperta di Moscenicka, che trovo subito adorabile, è come se questo posto mi richiamasse alla sua attenzione, mi sono sentita subito a casa. Con i pelosi ci incamminiamo verso la spiaggia, con il lungomare contornato da  ristoranti, localini, bar, e con la spiaggia, resa unica dai tanti sassolini bianchi, che sotto al sole regalano un gioco di luci brillante e unico. Qui il tempo sembra essersi fermato, regna la pace e la tranquillità (metà aprile), l’acqua del mare è  limpida e cristallina, la notte, senti solo il rumore del mare, e qualche civetta.

Moscenicka Draga (Draga di Moschiena), è la Perla del Quarnero,  un territorio meraviglioso incastonato come una pietra preziosa tra le scogliere della costa orientale della nobile Istria e il monte Ucka (Monte Maggiore).

Un luogo ideale per gli amanti della natura, del relax, della bianca spiaggia di ghiaia chiamata Sipar, formata dalla sabbia del ruscello di Draga, che sorge dalle pendici del monte Ucka, e per gli appassionati di storia, non può mancare una visita alle due cittadine medioevali: Moscenice (Moschiena), con i suoi 753 gradini e a Brsec (Bersezio), costruito su uno  sperone roccioso di 157 metri da cui si ha un panorama a 360 gradi di tutto il Golfo del Quarnero.

Il territorio è prevalentemente montuoso, infatti gran parte della cittadina, fa parte del Parco Naturale Ucka, con i suoi sentieri che attraversano i boschi, come quello che ho fatto io, il percorso storico-mitologico Trebisca-Perun, andando verso il Monte Perun. Moscenicka mi ha conquistata, mi ha rubato il cuore, ogni cosa raccontava una storia, un dettaglio.

 

Proseguiamo la passeggiata verso la spiaggia Sveti Ivan (San Giovanni), un sentiero a picco sul mare, tra ville mozzafiato, alberi in fiore, il profumo salmastro e della sua flora mediterranea, incontrando una gran meraviglia: Villa Zagreb, costruita alla fine del XIX secolo. I primi turisti di Moscenicka Drag sono stati i nobili di Opatija, che scelsero questo luogo incantevole, per i loro momenti di piacere, relax, vacanza, la cui bellezza naturale , è così vera e sincera. Ma Moscenice non è solo natura, mare e boschi, in questo luogo si può percepire i fasti di un antico passato. Infatti sulla porta cittadina si trova lo stemma degli Asburgo.
Siccome la mia permanenza è stata in Aprile, il parcheggio per accedere al piccolo borgo sul mare, era gratuito anche nei giorni delle feste pasquali.

AUTOCAMP DRAGA

Vi ho già detto che ho trovato persone davvero gentili, disponibili, sorridenti, affabili, ma il camping è anche molto pulito, curato, dove potete comprare qualcosa nel proprio market, accedere attraverso la strada di soli 150 metri verso il litorale, insomma, ho adorato questo posto, perchè in ogni cosa, c'era passione e  autenticità! Grazie alla famiglia Valencic. Il camping si presenta con delle piazzole con della ghiaia e circondata da prato all'inglese, come se tutto fosse stato fatto con il righello! una precisione millimetrica! Ottimo sistema di service, bagni sempre puliti, lavandini esterni, insomma, non una pecca! Complimenti!

RISTORANTE: KONOBA AL PONTE

Una serata a mangiare #pesto presso il Konoba Al Ponte, con Maya e Marin! Se passate da Moscenicka Draga, dovete assolutamente passare a salutare i miei amici! Cordialità, buona cucina tipica e mediterranea, e poi, preparano il nostro pesto genovese! Patrimonio immateriale dell'UNESCO! Davvero fantastici! Buonissimo il tagliere di formaggi, accompagnati da sfoglie di tartufo e da fichi secchi. Vino sauvignon del territorio, profumato e delizioso.

Se cercate un posto incantevole, per mangiare bene, rilassarvi, Moscenicka fa per voi. Scordatevi i centri commerciali, ma solo qualche piccolo negozietto, perchè qui il tempo si è fermato, esaltando la sua storia, la sua cultura e la bellezza naturale che circonda questo luogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.